ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it    ---  prima pagina                                                

 ARTCUREL  GIOVANI : arte : World Youth Orchestra , direttore Damiano Giuranna

  

WORLD YOUTH ORCHESTRA (WYO)

direttore Damiano Giuranna

 


 

"Garantire i diritti e il benessere dell'infanzia e dell'adolescenza è la chiave per lo sviluppo sostenibile delle nazioni, per la pace e la sicurezza nel mondo. Far fronte a questa responsabilità, con coerenza e determinazione, costituisce l'essenza di una buona leadership. Il ruolo fondamentale è affidato ai capi di stato e di governo, ma l'impegno e l'azione sono necessari a ogni livello: c'è bisogno del contributo di tutti, operatori sociali, attivisti, imprenditori, artisti e scienziati, capi religiosi e giornalisti, e anche gli stessi bambini e adolescenti." (C.Bellamy, Direttore generale UNICEF).

 

      

 

La World Youth Orchestra (WYO) fondata nel 2001 per iniziativa di MusicaEuropa, è composta ad oggi da 74 studenti in rappresentanza di 30 paesi e scelti tra i migliori allievi di Università, Accademie e Conservatori dei cinque continenti.
La costituzione della World Youth Orchestra vuole essere una occasione di testimonianza delle nuove generazioni, impegnate nell'arte musicale, dei gravi problemi sociali e culturali che in questo terzo millennio affliggono ancora l'umanità e di un dialogo partecipato, aperto e dinamico tra culture e religioni diverse.
La musica, attraverso i suoi giovani interpreti, si fa strumento privilegiato, reale e concettuale, per promuovere e rendere visibili drammi umani e sociali troppo spesso trascurati.
Tutto questo permette la realizzazione, in seno all’orchestra, di un vero laboratorio di dinamiche umane ed artistiche.
La WYO, proprio in virtù della sua peculiare attività, è stata nominata nel luglio 2002, in occasione di un concerto a Roma, in Piazza del Campidoglio, UNICEF Goodwill Ambassador.
L'Orchestra, sotto la direzione musicale di Damiano Giuranna, svolge ogni anno una intensa attività di Alta Formazione e Masterclasses ospitando prime parti di importanti orchestre: Francesco Di Rosa, Fabrizio Meloni, Teatro alla Scala, Carlo Tamponi, Accademia di S.Cecilia, Luca Vignali Teatro dell'Opera di Roma, Andrea Bandini Suisse Romande, Luca Benucci, Andrea Dell'Ira, Marco Pierobon, Maggio Musicale Fiorentino, Massimo Paris, Pasquale Pellegrino, I Musici, Ferenc Szucs, Limerick University, Daniel Stabrawa e Andreas Neufeld, Berliner Philarmoniker.
Già al suo debutto a Roma ha riscosso importanti successi al Festival Internazionale dei Giovani Musicisti nella sua I edizione, presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi "La Sapienza" nell'ottobre 2001, sotto la direzione di Douglas Boyd, Alan Buribayev e Damiano Giuranna.
Nel luglio 2002 la World Youth Orchestra ha tenuto concerti al Festival Internazionale dei Giovani Musicisti II edizione nella splendida cornice di Piazza del Campidoglio a Roma, oltre ad essere invitata al Festival Taormina Arte ed al Festival Internazionale Santa Fiora in Musica sotto la direzione di Damiano Giuranna e Douglas Boyd.
Nel dicembre 2002, la World Youth Chamber Orchestra, una formazione da camera nata con i migliori elementi della sua compagine maggiore, ha inaugurato la sua attività con un concerto nel nuovo Auditorium, Parco della Musica, sala Giuseppe Sinopoli, costruito dal grande architetto Renzo Piano conseguendo immediatamente un significativo successo di pubblico.
Per i concerti della terza edizione del Festival Internazionale dei Giovani Musicisti, tenuti nella splendida cornice del Ninfeo del Museo Etrusco di Villa Giulia, la World Youth Orchestra ha raccolto ulteriori consensi di pubblico e di critica diretta da William Eddins e Damiano Giuranna, con la partecipazione straordinaria dell’attore Alessio Boni.
Gli archi dell’orchestra, ospitati dalla città di Jesi nel luglio 2003, hanno riscosso un notevole successo tale da essere subito invitati per dicembre 2003, presso il prestigioso Teatro Pergolesi.
Per seguire, sempre di più, i suoi ideali fondativi, la World Youth Chamber Orchestra ha effettuato nel dicembre 2003 una tournèe per la pace in Italia, sotto la direzione di Damiano Giuranna con quattordici concerti tra i quali a Roma quelli presso l’Auditorium Parco della Musica, a Firenze ospiti del Comune, al Festival di Taormina Arte, a Genova, anche in occasione dell’inaugurazione di Capitale Europea della Cultura 2004 nel contesto della Conferenza mondiale “Children and the Mediterranean”, in Israele ospiti della Rubin Academy di Gerusalemme e in Palestina a Ramallah ospiti del Ministero della Cultura dell’Alta Autorità Palestinese.
L’orchestra ha ottenuto la Medaglia d’Argento e la Targa d’Argento offerta dal Presidente della Repubblica Italiana e destinata ad istituzioni che si sono distinte nella cultura e nel sociale.
La World Youth Orchestra e la World Youth Chamber Orchestra, per le loro capacità artistiche e per l’alto valore aggiunto, si candidano a diventare fra le compagini giovanili più interessanti in campo internazionale.
 

 

 

Damiano Giuranna,

direttore d'orchestra ed ideatore di progetti artistico musicali.


Nato da famiglia di artisti, ha studiato violino con il M° Antonio Marchetti, diplomandosi al Conservatorio di "S. Cecilia" con il massimo dei voti. Si è perfezionato con: Mariana Sirbu, Franco Gulli, Corrado Romano a Ginevra e con Giuseppe Prencipe. Il suo interessamento per la direzione d'orchestra è stato precoce e la sua preparazione ha attinto ad esperienze e influssi di grandi direttori, quali: Sergiu Celibidache, Carlo Maria Giulini, Gianluigi Gelmetti e Bruno Giuranna.
Ha ottenuto notevoli consensi dirigendo complessi quali: l'Orchestra Regionale del Lazio, i Salzburger Chamber Soloist, l'Ensemble Arthmòs, il coro Luca Marenzio. Una netta affermazione l'ha ottenuta nella stagione autunnale 1999 del Teatro dell'Opera di Roma, dirigendo il "Sant'Alessio" di Stefano Landi con la sua revisione e strumentazione raccogliendo successi ed entusiasmi da parte di un pubblico numeroso e di una critica attenta.
Fondatore e direttore musicale della World Youth Orchestra, una nuova compagine formata dai migliori allievi di università, accademie e conservatori dei cinque continenti, e della World Youth Chamber Orchestra composta dagli elementi scelti della compagine maggiore, ha riscosso grandi successi con i concerti tenuti a Roma al Festival Internazionale dei Giovani Musicisti (Aula Magna dell’Università “La Sapienza”, Piazza del Campidoglio, Auditorium Parco della Musica Sala Sinopoli), al Festival di Taormina Arte e al Festival Internazionale di S.Fiora in Musica.
Ha accompagnato, inoltre, importanti artisti come Jean-Guihen Queyras, Daniel Stabrawa e Alexander Rudin.
Nella veste di direttore artistico ha ideato nel Maggio '94 a Roma presso il Teatro Talia, un Festival di musica da camera dedicato ai giovani, il successo è subito grande.
Da una sua idea, nel Maggio '95, è nata a Roma, presso il Teatro Valle, la manifestazione "La Musica per la Vita" patrocinata da grandi nomi del mondo della scienza, dell'arte e delle istituzioni, ospitando artisti di fama internazionale e commissionando lavori musicali per l'occasione.
Con il progetto "L'arte per la Vita" Una Via al Giubileo del 2000, nel novembre '96, presso il Teatro dell'Ospedale Forlanini, ha dato vita a: "L'arte nel Sociale", con un programma che alternava brani musicali, poesie del Belli e della tradizione romanesca a proiezioni di lavori figurativi creati per l'occasione.
Il secondo percorso del progetto "L'arte per la Vita" Una Via al Giubileo del 2000, settembre '97, Sacri Suoni - L'arte Nel Culto - Incontri delle tre Culture Monoteiste - Musiche della tradizione Cristiana, Ebraica, Islamica, Teatro Olimpico Roma, aveva come tematica la possibilità di un incontro fraterno tra le tre culture religiose monoteiste. Nella sua seconda edizione, ottobre 1998, veniva riconosciuto come uno delle più importanti manifestazioni nell'ambito del progetto mondiale dell'UNESCO "Spiritual Convergences And Intercultural Dialogue".
Nel dicembre 2000 ha organizzato il convegno internazionale: "L'Associazionismo Culturale Europeo - Problemi dell'oggi e sviluppo futuro". I lavori del convegno erano coordinati da un prestigioso comitato scientifico e i relatori invitati erano le più alte cariche dell'associazionismo culturale europeo, che si riuniva per la prima volta.
Nel luglio 2001 ha creato a Roma il Festival Internazionale dei Giovani Musicisti. Il Festival si è imposto come uno dei più importanti eventi dell'anno e come autorevole platea offerta al mondo dei giovani artisti. La manifestazione è giunta alla terza edizione.
Si dedica inoltre alla composizione, suoi ultimi lavori sono: Burnt Norton da Eliot per voce recitante e quartetto d'archi, Dankgebet per sestetto a fiati, le musiche di scena per la commedia "La vocazione del capitano Lang" di Paolo Giuranna e La Porta di Brandeburgo per quintetto con pianoforte.
Presidente dell'Associazione MusicaEuropa e consigliere di amministrazione del Conservatorio di Musica di S.Cecilia di Roma.

 

 

 


 

Fonte : www.musicaeuropa.it