ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it    ---  prima pagina                                                

 ARTCUREL  GIOVANI : cultura : progetti a favore degli studenti

  

 I  PROGETTI  DELLE  SCUOLE

 

Progetto a favore degli studenti (MIUR)

Premessa
L’Iniziativa Nazionale Progetto a favore degli studenti fa parte delle numerose attività poste in essere dalla Direzione Generale per lo status dello studente, per le politiche giovanili e per le attività motorie nell’ambito degli specifici obiettivi di intervento ad essa assegnati.
L’istituzione stessa di questa Direzione (DPR 347/00) è conseguente alla piena consapevolezza che le politiche giovanili del Ministero debbano assumere come obiettivo prioritario la conoscenza delle esigenze degli studenti e il successivo intervento propositivo nell’ottica della promozione di una loro partecipazione alla vita della scuola sempre più attiva e consapevole.
Riconosciuta la centralità della persona nei processi formativi a seguito della trasformazione della scuola italiana avvenuta negli ultimi anni, alle scuole autonome è affidato il compito di promuovere situazioni di apprendimento in grado di stimolare l’interesse e il coinvolgimento diretto degli studenti, garantendo quelle condizioni ottimali che favoriscano il successo formativo per tutti.
Questa Iniziativa Nazionale nasce nella duplice ottica di fornire alle scuole una serie di proposte progettuali in grado di facilitare il processo sopra descritto e agli studenti, soggetti protagonisti di una normativa che li vede coinvolti direttamente in una piena operatività di un sistema di rappresentanze (Consulte studentesche provinciali), esempi di modalità progettuali utili alla piena affermazione del loro protagonismo.

Finalità
Da quanto detto in premessa emerge che questa Direzione Generale è interessata non tanto al prodotto finale dei diversi progetti sperimentati dagli istituti scelti quanto al processo di progettazione e di realizzazione degli stessi che, a prescindere dalla specificità di ognuno di essi, deve raggiungere le finalità di realizzare la massima partecipazione degli studenti, di accrescere e guidare la loro creatività, di coinvolgere alcune scuole limitrofe e/o sensibili, di avere caratteri di riproponibilità.
Con il Progetto a favore degli studenti, il Ministero, quindi, intende chiedere agli istituti di scuola secondaria di secondo grado che verranno individuati, la realizzazione di modelli di progettazione che prevedano il diretto coinvolgimento degli studenti nell’intero processo e la definizione di una progettualità tale da assumere caratteri di riproponibilità ad una più vasta platea di scuole in un immediato futuro.

Metodologia
Nell’ambito dell’Iniziativa Nazionale sopra descritta, questa Direzione Generale ha ideato sette progetti tipo da proporre a scuole secondarie di secondo grado di città geograficamente strategiche quali Milano, Roma, Napoli e da individuare per la particolare esperienza maturata nell’ambito dei diversi progetti.
In ogni istituto verrà costituito un gruppo di lavoro che sarà coordinato da un esperto messo a disposizione dalla Direzione Generale per lo status dello studente.
Si ritiene opportuno fare incontrare presso il MIUR i diversi gruppi di lavoro impegnati nello stesso progetto almeno tre volte nell’arco dell’anno scolastico, durante le fasi di progettazione, implementazione, attuazione del progetto stesso. Poiché la conclusione dei lavori è prevista a chiusura dell’anno finanziario 2002, i gruppi potranno incontrarsi anche in fase di verifica finale.
Le istituzioni scolastiche interessate potranno adattare i contenuti della proposta ministeriale iniziale alle diverse situazioni locali.

Valutazione
Per garantire una unitarietà del processo di valutazione utile alla comprensione degli elementi di forza e/o di debolezza dei singoli progetti nonché del livello di raggiungimento degli obiettivi fissati a livello nazionale, questa Direzione ritiene opportuno proporre alle diverse istituzioni scolastiche individuate, di avvalersi di un unico istituto deputato alla valutazione che, per la valenza istituzionale del suo compito e per la pluriennale esperienza nel campo, potrà essere l’INValSI .
Questo, per documentare il processo di realizzazione dei progetti, potrà effettuare verifiche in itinere a breve e medio termine, nonché una verifica finale.

Destinatari
Ogni progetto, e il relativo finanziamento, verrà assegnato a tre istituti di scuola secondaria di secondo grado, anche di differente tipologia, delle tre diverse aree geografiche indicate nel paragrafo "metodologia" (gli istituti coinvolti saranno quindi 21).

Tempi
Il Progetto Nazionale a favore degli studenti dovrà espletarsi nell’anno scolastico 2001/02, con possibile prosecuzione, a completamento, entro e non oltre dicembre 2002.

Coordinatori
Per coordinare i 7 Progetti Nazionali, e quindi i 21 istituti coinvolti, la Direzione Generale per lo status dello studente metterà a disposizione tre esperti interni che manterranno i contatti periodicamente con i dirigenti scolastici degli istituti individuati e con i diversi docenti referenti e parteciperanno ai previsti incontri dei gruppi di lavoro allargati.

 

Progetti

Linee guida per la promozione delle attività integrative e complementari nelle scuole in ospedale

La biodiversità: ricchezza ambientale culturale ed economica

Campo scuola per i giovani cittadini d’Europa

Il giornale in rete

In classe con Internet

Orientamento a cascata

Le arti dello spettacolo: esperienze di teatro studentesco a confronto

 

 

Linee guida per la promozione delle attività integrative e complementari nelle scuole in ospedale

Il progetto
Per i ragazzi degenti le categorie di tempo e di spazio possono essere estremamente significative per un effettivo miglioramento della qualità della vita in ospedale. Il tempo di degenza può essere percepito come estremamente dilatato, lo spazio ospedaliero come estremamente disagevole.
Per migliorare la qualità della vita di questi ragazzi, può essere utile intraprendere una terapia “occupazionale” che li veda impegnati in alcune delle attività che meglio sanno canalizzare l’attenzione dei giovani.
Anche in riferimento al protocollo d'intesa tra il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, il Ministero per i Beni e le Attività culturali e il Ministero della Sanità, si potrà portare la musica, il teatro, il cinema e il museo in ospedale o viceversa. Si può, inoltre, prevedere la realizzazione di un programma radiofonico o la costruzione di un sito dove far convergere i prodotti del lavoro degli studenti stessi che saranno i protagonisti delle diverse fasi, dalla predisposizione dei materiali alla realizzazione dell’evento.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

La biodiversità: ricchezza ambientale culturale ed economica

Il progetto
Il progetto intende sensibilizzare gli studenti sul tema della salvaguardia della biodiversità e favorire comportamenti e consumi favorevoli alla sua valorizzazione.
Le scuole coinvolte potranno divenire scuole “polo” per la conoscenza e il monitoraggio nonché la diffusione di specie vegetali autoctone a rischio di estinzione e/o curare una banca dati divenendo un laboratorio ambientale nel territorio.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Gli ambiti disciplinari

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

Campo scuola per i giovani cittadini dell’Europa

Il progetto
L'iniziativa intende realizzare un luogo di incontro di scuole, di studenti e di insegnanti che sono interessati a sviluppare iniziative per la formazione di giovani cittadini europei e per la loro conoscenza reciproca.
Viene proposto uno studio comparato della rappresentanza studentesca in nove paesi europei con particolare attenzione alle consulte. Ogni scuola potrà impegnarsi a svolgere questa attività di studio su tre paesi europei per un totale di nove realtà territoriali distinte.
Il progetto si articola in fasi distinte. Inizialmente, è prevista una fase di studio/ricerca; segue una fase di approfondimento che, attraverso un viaggio in uno dei paesi esaminati, permetterà di conoscere da vicino le iniziative individuate; nella fase finale, è prevista la costruzione di un forum telematico per consentire ai gruppi di lavoro la messa a confronto delle proprie esperienze e per favorire la diffusione delle migliori pratiche nelle scuole interessate.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

Il giornale in rete

Il progetto
L'iniziativa intende promuovere la diffusione della pratica del giornale a scuola attraverso uno strumento di comunicazione potente quale è Internet.
È prevista la realizzazione di un giornale in rete a livello regionale, con il coinvolgimento delle consulte degli studenti, che opereranno in collaborazione con le redazioni delle scuole polo. Il giornale organizzato da ogni scuola polo in modo autonomo, prevede un collegamento con le altre due scuole polo e con tutti gli altri istituti scolastici che vorranno liberamente aderire, con interventi e scritti individuali dei singoli studenti.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

In classe con internet

Il progetto
Con questo progetto si intende favorire l’esplorazione dello strumento informatico sia da parte degli studenti, che ne possono scoprire accanto all'aspetto ludico le valenze didattiche, sia da parte degli insegnanti, che, utilizzando un mezzo più vicino ai giovani, possono facilitare le dinamiche relazionali con/tra gli studenti e migliorarne l’apprendimento.
Le scuole individuate potranno realizzare, attraverso l’utilizzo delle tecnologie multimediali, un sito Internet e un manuale di utilizzo pratico della rete oppure sviluppare metodologie e percorsi di ricerca in Internet per la produzione di un Cd-Rom o, ancora, sperimentare l'uso di Internet in campo artistico con la costruzione di un portale tematico.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

Orientamento a cascata

Il progetto
Con questo progetto si intende andare oltre l’attuale normativa che già prevede un rapporto tra scuole secondarie superiori ed università, proponendo alle scuole individuate di realizzare una conoscenza più approfondita del mondo universitario, del nuovo modello di vita e di studio a cui gli studenti andranno incontro.
Con l'aiuto di studenti universitari chiamati a svolgere il ruolo di tutor, i ragazzi potranno essere preparati e accompagnati nelle prime fasi di adattamento alla nuova realtà. A loro volta, gli studenti assistiti potranno divenire tutor degli studenti delle scuole del territorio. In questo modo, le scuole coinvolte nel progetto potranno disporre, al loro interno, di un presidio di orientamento universitario e, al tempo stesso, mantenere un contatto con gli studenti diplomati.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 


 

Le arti dello spettacolo: esperienze di teatro studentesco a confronto

Il progetto
Le attività di laboratorio nel settore delle arti dello spettacolo sono diffuse in moltissime realtà scolastiche e rappresentano un patrimonio da conoscere e valorizzare. Ciò che è più difficile da realizzare è il confronto e la diffusione di esperienze spesso molto diverse .
Il progetto si propone di avviare una conoscenza effettiva tra le scuole in questo settore attraverso un confronto visivo, riflessivo ed esperienziale.
Le scuole realizzeranno una rassegna teatrale territoriale che presenti gli spettacoli realizzati nei diversi laboratori delle scuole secondarie superiori; un convegno per promuovere il confronto, la discussione e il dibattito tra gli studenti che hanno partecipato alla rassegna; uno spettacolo messo a punto in una attività di laboratorio a cui partecipino studenti provenienti dalle scuole del territorio che aderiscono alla rassegna.

Gli obiettivi

Gli ambiti

Le scuole che partecipano al progetto

 

 

  

 

 


 

Fonte : http://www.cede.it/ricerche-nazionali/pro/index.htm