ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                 

 ARTE :  architettura : Antoni Gaudì

 

ANTONI  GAUDI'

Maestro precursore dell'Architettura Organica come espressione simbolica (1852-1926)   

       

                 Photo of A. Gaudi 

 

Antoni Gaudí i Cornet nacque nel 1852 a Reus, nelle vicinanze di Tarragona. Studiò a Reus e a Barcellona e sin dal 1869 si interessò di restauro, collaborando con vari architetti spagnoli e studiando l’opera di Viollet-le-Duc.
Del 1878 è la sua prima costruzione, la casa Vincens a Barcellona, in cui già si notano il suo amore per le architetture gotiche e moresche e il suo gusto per l’esuberante decorazione, ancor più evidenti nella successiva costruzione, il palazzo Guëll (1885-1889), anch’ esso a Barcellona, grandioso complesso, oggi in parte modificato. Nel 1883 iniziò i lavori della chiesa della Sagrada Familia, sempre a Barcellona, che è il suo capolavoro, rimasto incompiuto. L’edificio è una geniale espressione di gusto neogotico e floreale; delle dodici torri previste, solo quattro furono compiute. 
Progettò quindi la villa El Capricho a Comillas (1883-1885), costruì il già ricordato palazzo Guëll e il collegio delle Teresine a Barcellona, l’arcivescovado di Astorga, la Casa de los Botines (1892-1894) e la cappella Guëll a Santa Coloma, notevole per l’uso delle vetrate e delle maioliche colorate e per le originali soluzioni strutturali. La maiolica ebbe poi vasto impiego nel parco Guëll a Barcellona, opera famosa per la sua attraente originalità; qui l’ architetto abitò fino alla morte, che avvenne nel 1926. Morì investito da un tram, lasciando incompiute molte opere. 
Ultime sue opere furono i lavori di restauro per la cattedrale di Maiorca, la costruzione della villa di Bellesguard (1900-1902) e delle case Batllò e Milà a Barcellona, ove prevalgono ritmi ondulati. 

  Sagrada Familia

 

Parte superior del edificio      Balcones y columnas planta baja 

Casa  Batllò

 

Scrisse Antoni Gaudì :

"...la bellezza è l'ultima parola che l'intelletto pensante possa osare di pronunciare , perché non fa altro che incoronare , quale aureola di splendore inafferrabile , il duplice astro del vero e del bene e il loro indissolubile rapporto... questa è la bellezza disinteressata alla quale non osiamo più credere , una bellezza che esige per lo meno altrettanto coraggio e forza di decisione della verità e della bontà..."

"...La creazione continua incessantemente attraverso la mediazione degli uomini ; l'uomo non crea: scopre e parte da questa scoperta . Chi cerca le leggi della natura per conformare ad esse opere nuove collabora con il Creatore. Chi copia non collabora. Per questo motivo, l'originalità consiste nel tornare alle origini..."

"...La Bellezza è lo splendore della Verità ; senza Verità non c'è arte. Per trovare la Verità bisogna conoscere bene gli esseri del Creato..."

"...L'Architettura crea l'organismo e perciò deve avere una legge in armonia con quelle di natura..."

 

 

 


 

Fonte : 

Gaudì , di Joan Bergòs i Massò , Jaca Book , Milano , 1999 .

http://www.ctv.es/USERS/ags/GAUDI.htm

http://www.fausernet.novara.it/~smbellin/redis/foglio8a.htm