ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                 

 ARTE :  architettura : carlo  scarpa

 

CARLO  SCARPA

Architettura come poesia del materiale   (1906-1978)      

             

"... la poesia nasce dalle cose in sé ... "  Carlo Scarpa

 

Carlo Scarpa nasce il 2 giugno 1906 a Venezia . Ha svolto una notevole ed importante attività didattica presso l'IUAV a Venezia , iniziata come assistente nel 1932 e conclusasi nel 1976 come professore ordinario di composizione . Negli anni '30 aderisce al movimento razionalista italiana per poi distaccarsene con la sua adesione nel 1945 all'A.P.A.O. , l'Associazione Per l'Architettura Organica di cui è fondatore Bruno Zevi . Nel 1951 incontra a Venezia il maestro americano dell'Architettura Organica Frank Lloyd Wright . Nel 1956 riceve il premio nazionale Olivetti per l'architettura . Nel 1962 riceve il premio nazionale IN-ARCH per il restauro del museo di Castelvecchio e la Medaglia d'oro del Ministero della Pubblica Istruzione . Nel 1967 Carlo Scarpa riceve a Roma il premio della Presidenza della Repubblica per l'Architettura . Nel 1976 è nominato Accademico nazionale di San Luca . L'Istituto universitario di Venezia gli conferisce la laurea in architettura honoris causa , pochi mesi prima della morte , avvenuta in Giappone , a Sendai , il 28 novembre 1978 .

L'architettura di Carlo Scarpa sviluppa la matrice organica nella poetica del frammento , della discontinuità , del materiale . Il suo linguaggio dell'architettura pur appartenendo alla "vera tradizione" articola espressioni , materiali e forme che nascono naturalmente dal loro assemblaggio . La sua architettura è sempre un'opera aperta che lascia spazio all'imprevedibile , alla crescita , alla poesia della vita .

 

         

                      Villa Ottolenghi , Bardolino , Italia , 1975 .

 

" ... L'arte moderna ci ha permesso di vedere con occhi nuovi alcuni fenomeni della materia e ci ha consentito scoperte di fatti naturali importantissimi . Possiamo ammirare la corteccia e gli alberi senza impacci , non più vincolati dall'eloquenza della tradizione . Quali uomini del nostro tempo abbiamo riscattato molte cose sia moralmente che socialmente . Ma come architetti non abbiamo ancora riscattato la forma delle cose umili e semplici ... "     Carlo Scarpa

 

 

 


 

Fonte : Carlo Scarpa , a cura di Francesco Dal Co e Giuseppe Mazzariol , Electa , 1984 , Milano .

Fonte foto villa Bardolino : GA HOUSES , N. 10 , A.D.A. EDITA , Tokyo .