ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE : Letteratura :  Maria Di Lorenzo

 

MARIA DI LORENZO

                    Maria Di Lorenzo  

Maria Di Lorenzo è nata nel 1964, vive e lavora a Roma.

Dopo il Liceo Classico, ha frequentato i corsi della Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università degli Studi di Urbino, laureandosi col massimo dei voti in Letteratura Italiana, con una tesi di carattere psicoanalitico su Giacomo Leopardi.

Dopo la laurea ha frequentato, sempre a Urbino, l’Istituto Superiore di Giornalismo e in seguito ha iniziato a lavorare presso il quotidiano romano Il  Tempo (1990-1992) collaborando contemporaneamente con la RAI. E’ stata quindi redattrice del mensile della San Paolo Madre di Dio dal 1999 al 2001, e dal 2004 al 2006 ha diretto il netmagazine Aquero Press.

Nel 2006 ha fondato il periodico culturale In Purissimo Azzurro, che attualmente dirige www.inpurissimoazzurro.org  .

Da diversi anni collabora con varie testate italiane, fra cui Madre di Dio, Milizia  Mariana, Jesus, Il  nostro tempo, Prospettiva Persona. I suoi campi di specializzazione sono le tematiche di spiritualità ed il giornalismo culturale, in modo particolare si interessa di critica letteraria e cinematografica (vedi: Articoli pubblicati in giornali e riviste).

Dal 1992, anno di esordio con Voci dal muschio, fino ad oggi ha pubblicato diversi volumi di narrativa, poesia e saggistica, scrivendo anche testi per la radio, il teatro e il cinema, e realizzando numerosi siti per il web.

Letteratura, teatro, cinema, internet e spiritualità sono infatti i suoi fondamentali campi di interesse, sia nel lavoro che nella vita.

Autrice di racconti, ha vinto nel 1992 il Premio di narrativa “Giacomo Debenedetti” per il miglior esordiente under 30, con il racconto A sud del cuore.

Per la Radio Vaticana ha scritto nel 1993 il dramma La stanza dello scirocco, seguito nel 1995 dalla piece radiofonica Vecchio come la luna. Nel novembre del 1993 è stata inoltre approntata e messa in scena la versione teatrale de La stanza dello scirocco, un monologo recitato dall’attrice Carla Calò a Palermo, nell’ambito del convegno antimafia svoltosi in Sicilia a un anno di distanza dalla morte dei giudici G. Falcone e P. Borsellino.

Maria Di Lorenzo è anche autrice di versi: tra i segnalati per merito al Premio Letterario Internazionale “Eugenio Montale” nel ‘91 per la silloge Il tempo di un breve commiato, poi confluita nella prima raccolta Voci dal muschio (Edizioni Tracce, 1992), a cui qualche anno dopo ha fatto seguito la  plaquette Quaderno Siciliano (Firenze PoesiArte, 1994). Le sue poesie hanno ottenuto diversi riconoscimenti e sono pubblicate e recensite su riviste ed antologie italiane ed estere.

Dopo la Conferenza Mondiale di Pechino del 1995, ha partecipato al volume collettivo Il papa scrive, le donne rispondono (Edizioni Dehoniane-Bologna, 1996), a cura di Giulia Paola Di Nicola e Attilio Danese.

Come ricercatrice ha condotto con l’equipe del Centro Studi Opere Femminili Salesiane di Roma (C.I.O.F.S.) uno studio sulle problematiche femminili nella Europa del “dopo-Muro” viste attraverso il filtro del cinematografo, confluito in due saggi collettivi: Donna e cinema nell’Europa 2000 (1994) e Donne e cinema fra immaginario e quotidianità (1998), attualmente in uso presso alcuni atenei italiani.

Nel 1995 ha ottenuto il Premio Selezione “Madri e Figlie” (“Famiglia Cristiana”/ Mondadori Editore) per il romanzo inedito La sera si fa sera (pubblicato nel 2004 da Tracce).

 

Ha pubblicato complessivamente i seguenti volumi:

     Voci dal muschio (Edizioni Tracce, Pescara 1992)

     Quaderno Siciliano (PoesiArte, Firenze 1994, f.c.)

     Con la croce sul cuore - Edith Stein

     (Ed.dell’Immacolata, Bologna - 1° ed. 2000, 2° ed. 2001, 3° ed. 2006)

     Rosario Livatino. Martire della giustizia (Paoline, Milano 2000)

     Sui passi di Maria - Figure carismatiche della storia cristiana (Città Nuova, Roma 2002)

     [tradotto in polacco: Śladami Maryi - Charyzmatyczne postacie z historii   

     chrześcijaństwa - Edycja Świętego Pawła, Częstochowa 2004]

     Pier Giorgio Frassati - L’amore non dice mai basta (Paoline, Milano 2002)

     [tradotto in portoghese: Pier Giorgio Frassati - O amor nunca diz ja chega 

     Paulinas Editora, Lisboa 2003]

     e in inglese: Blessed Pier Giorgio Frassati - An ordinary christian

     Pauline Books & Media, Boston 2004]

     Madre Teresa - Lo splendore della carità (Paoline Milano, 1° ed. 2003; 2°ed. 2004)

     [tradotto in polacco: Matka Teresa – Blask Miłości; Księgarnia Św. Wojciecha, 2005]

     e in ceco: Matka Terezazář lásky; Karmelitanske Knihkupectvi, 2005]

     Una scorciatoia per il cielo - Diciassette percorsi di vita e di fede con Maria

     di Nazareth (Gribaudi, Milano – 1° ed. 2004)

     La sera si fa sera (Edizioni Tracce, Pescara 2004)

 

I suoi libri, alcuni dei quali sono stati pubblicati anche in inglese, portoghese, ceco e polacco, hanno ottenuto in questi anni numerose recensioni e interviste apparse su quotidiani e periodici, testate radiofoniche e televisive, agenzie di stampa e network on line, in Italia e all’estero, fra cui: Gr 1 - “L’Osservatore Romano” - “Avvenire” – “Il Messaggero” - “Famiglia Cristiana” – TG 1 - “Jesus” - “La Civiltà Cattolica” - “Catalunya Cristiana” - A sua immagine (Rai 1) - Uno Mattina - Giornale Radio 2 - Radio in Blu - Radio Circuito Marconi - Radiotelevisione Svizzera Italiana – “Poiesis” - Radio Maria Teleradiopadrepio – “Vita pastorale” - Radio Gente Veneta – “Gazzetta di Sondrio” - Affari Italiani – Papaboys - Totus Tuus – “Prospettiva persona” - Korazym.org – “Rogate Ergo” - Aquero Press – “Milizia Mariana” - Agenzia Zenit.  

 

A breve uscirà nelle librerie italiane il suo prossimo libro, dal titolo Nome in codice Teresina, mentre si accinge a scrivere un nuovo romanzo, dopo La sera si fa sera del 2004, ed uno spettacolo teatrale, Sentinella dell’invisibile, ispirato alla figura di S. Teresa di Lisieux.

 

 


 

Fonte :  www.mariadilorenzo.net  ;  www.inpurissimoazzurro.org