ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE :  pittura :  Nataliya Derev'yanko , pittura iconica come intuizione mistica

 

   NATALIYA DEREV'YANKO

  pittura iconica come intuizione mistica

 

Albero di Jesse - 2005

“Lavoro nel campo dell’arte sacra; riporto sulla tavola, usando  il linguaggio iconografico, i colori della mia provenienza”

Nataliya Derev’yanko è nata a Zaporizhzhia in Ucraina orientale nel 1976, si è diplomata presso l’Istituto d’arte decorativa di Lviv  e ha conseguito nell’anno 2001, il diploma di laurea presso l’Accademia delle arti di Lviv (Ucraina). Successivamente al diploma di laurea si è specializzata in “arte sacra” e ha frequentato il Corso di edilizia liturgica preso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “G.Toniolo” a Pescara.

 

Nataliya Derev'yanko si presenta :

 

"L'arte sacra" ha rappresentato artisticamente il mio "fascino inconscio". Dopo il diploma di laurea mi sono ritrovata a frequentare il corso di specializzazione in arte sacra senza potermi dare una risposta razionale. E' stata una attrazione non considerata che ha caratterizzato il mio corso di studi e la mia evoluzione pittorica.

Ho spesso dichiarato che cerco di  riportare sulla tavola il linguaggio iconografico, i colori della mia provenienza. Ricerco  forme e  modi personali di espressione nei temi simbolici dei soggetti biblici.

Nella scoperta o riscoperta del divino ritrovo me stessa, le mie radici e le mie origini, i valori fondamentali e veri del mio essere, valori sacri e inviolabili.

Un misticismo profondo che esalta il rapporto intimo tra l'uomo e il divino universale; un rapporto che va al di là di ogni schema razionale e che è solo sentimento d'amore, di purezza, di profonda spiritualità.

Una intuizione mistica che vuole essere rappresentata superando i canoni rigidi della tecnica pittorica delle icone. La luce non viene dipinta con gli strati del colore bianco, ma viene fatta emergere dallo scavo della superficie del dipinto.

Una tecnica tutta personale che non si distacca dai canoni dell'arte sacra. I simboli sono i colori, le forme, i volumi che sono adoperati per indicare una qualsiasi realtà, per esprimere lo stato d'animo, i sentimenti, le aspirazioni o gli ideali dell'uomo.

Non mi voglio riferire alla più conosciuta pittura russa, il mio sforzo tende a rispettare il linguaggio iconografico e a riferirsi alla pittura popolare ucraina dove l'uso dei simboli diventa un linguaggio artistico personale.

Un linguaggio che si identifica con la bellezza e con la verità e spiega i caratteri positivi dell'uomo per  pensare la libertà interiore ed artistica come scopo finale.

Il concetto di arte sacra espressa nei miei dipinti è un progetto di osservazioni possibili, un invito ad  osservare qualcosa che l'artista ha visto e sente in un significato particolare, una apertura positiva sul mondo che ci circonda.

I soggetti biblici non sono rappresentati come pura verità storica, ma sono solo lo spunto per una personalizzazione pittorica dove i colori e il simbolismo significano "amore e spiritualità universale". Nataliya Derev 'yanko

 

Alcune opere di Nataliya Derev'yanko :

 

 

 

   

 

 

 


 

Fonte  :  www.artmajeur.com/nataliya/

Nataliya Derev'yanko ,  via Monte Velino, 71 – 67059 – Trasacco (AQ) , cell. 3293240296 , e-mail:  nataliyader@tiscali.it