ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE :  poesia :  " FRAGILE VITA " , Raccolta di Poesie d'ispirazione cristiana di Antonia Chimenti

 

 

 

" FRAGILE  VITA "

Raccolta di Poesie d'ispirazione cristiana di Antonia Chimenti

 

 

 

 

 

" Puntini luminosi, candeline che ardono e si spengono. Questo noi siamo sulla terra per ritornare ad essere luce nella grande Luce. "

L'autrice Antonia Chimenti.

 

 

 

 

 


 

 

Antonia Chimenti

 

" FRAGILE  VITA "

 

 



 

 


 

Le anime affrante

la luce cercano

e non sanno

che Tu solo

darla puoi.

A Te offriamo

dolori,

ansie.

Colma d'infinito

le nostre fragili,

povere vite!

 

 

 

La mia vita

sia lode,

Padre,

e ad immagine Tua.

Nulla può il dolore,

nulla può il male,

nulla può

contro chi

solo in Te

pone le radici sue.

Padre eterno,

a noi miseri

figli,

esuli,

Tu destini

da sempre

la Tua dimora.

 

 

 

Soccorri i Tuoi figli,

Madre,

pietosa,

pura

e bella.

Soccorri i Tuoi figli,

quelli che non sanno

con quanto amore

dal cielo,

o dolce,

vegli sul loro cammino,

che al figlio Tuo

conduce.

Soccorri pietosa,

o Madre,

l'errante,

solitario

e prodigo,

che nulla vede

della luce Tua,

radiosa

stella

di Paradiso,

faro

in procelloso mare.

Bella,

Santa, Santa

Maria!

 

 

 

Non teme

il cuore,

non teme

l'anima,

forte

dell'aiuto

che doni,

Santo Maestro,

a chi in Te

confida.

Nulla teme,

nulla spera

se non la Gloria Tua.

 

 

 

Il Creato tutto

di Te parla:

dolce aura,

terso cielo,

riccioli vaganti

di nuvole leggiadre,

delicato contorno

per cuori

che alla pace aspirano,

mentre lieve

volo d'anime,

pure essenze,

inneggiano

e schiudono

porte di Paradiso.

 

 

 

Ristora

i cuori in travaglio

che non sperano

e, prostrati,

un nonnulla affligge.

Dona loro

il quieto

equilibrio

di rassegnata,

umile

saggezza.

Insegna

rispetto,

pace,

carità. 

 

 

 

Che sia ristoro

il sonno

agli umani,

che pene

logorano,

sfibrano.

Che sia sacro

il riposo

per membra

stanche,

inerti.

Che sia forza

il sonno,

per rinascere

a vita nuova,

ogni giorno.

 

 

 

Dal profondo

del cuore

ti supplico, o Dio,

rendi salda

forte,

serena

questa piccola

Nazareth.

Che sian puri

gli intenti,

casti

i pensieri,

sane

le parole.

Che la fiaccola

accesa

dei cuori

sia luce splendente

sulla terra.

 

 

 

Un figlio

è gioia

e forza

per il cuore;

è ponte

sul mondo;

è speranza

d'orizzonti

turchini;

è fiaccola lucente;

è visione

d'un futuro,

sempre presente,

dove pace

si riceve,

se pace

si dà. 

 

 

 

Una cosa

chiediamo

con umile cuore:

rendi tersi

i pensieri,

pure,

univoche

le parole.

Che ritorni

la musica

dei suoni,

dolce

alle orecchie nostre,

inno puro

a Te.

 

 

 

O pura

divina fonte

di Grazia,

assisti,

proteggi

fragile vita,

fragile mente,

che esposta

è sempre

al vano

di fumi,

ai serpenti

di parole

leggere,

maliziose,

maligne.

Assisti

quest'anima

che, persa

nel mondo,

senza l'aiuto Tuo,

a Te ricorre.

 

 

 

Rita Santa,

Santa

delle impossibili cose!

Che Pace sia

dentro al cuore

e fuori,

che si possa

alfine vedere

l'orizzonte

terso,

rosato,

infinito

dell'Amore divino.

 

 

 

Dolcezza e luce,

serena e rosata,

doni gentili

a fragili vite.

Inni di lode

a Te,

inni di gloria

da noi,

deboli e soli.

Si accendono i cuori

di grata fiducia

e uniti esultiamo

con gli Angeli tutti.

Misere menti

si aprono al Tutto.

Poveri cuori

si destano,

capaci di vero.

Non più paure, 

non più tristezze, 

fermo proposito

d'essere vita,

per farne dono.

 

 

 

Senza il Tuo aiuto,

potente Spirito,

nulla può

misero essere.

Soccorri col soffio

Tuo vitale

un verme di terra

che al nulla soggiace.

Rendilo degno

del Santo Tuo Regno.

 

 

 

Forza e amore

donaci,

Dio di luce.

Contro il male,

che insidie tende,

fermo conforto

sia il Tuo aiuto.

Tele di ragno,

trappole,

vuoti raggiri

serpeggiano

a ricordare

la frale natura.

Non sempre

azzurro,

adamantino,

vasto orizzonte

l'anima scorge.

 

 

 

Insidie tende

l'oscuro nemico,

insidie tende

alle anime.

Tormenti alla mente

infligge

con vani timori.

Son prove queste,

Dio d'Amore

e di Pietà!

Insidie tende

l'oscuro nemico,

insidie tende.

S'increspa

l'azzurro lago,

che quieto riposa

in Te solo.

 

 

 

In perenne lotta

i figli del Regno.

Perenne lotta

di dubbi e paure.

Fastidiose trame

tesse

il torvo nemico,

veli ambigui

la luce offuscano.

Salda certezza

solo Tu sei

pei figli tuoi.

Il peso porti

di fragili larve,

che sono perse

senza il Tuo aiuto.

 

 

 

Antonio Santo,

che bella festa

nel Tuo tripudio!

Amore, concordia,

pace serena.

Uniti nell'amore

partecipe, solerte.

Uniti a tutti,

vicini e lontani,

nel nome Tuo

per la gloria di Dio.

 

 

 

Puro, trasparente

il pensiero sia.

Puro da malizia,

inganni, ripicche.

Puro sempre

come le azioni vere,

sincere, dirette

a lenire il dolore.

 

 

 

Riposa sereno!

Non teme l'anima

insidie.

Riposa sereno!
Ciò che essere deve 

già è.

Riposa sereno!

Il buio ristora,

la luce ravviva.

Riposa sereno

in fragile corpo,

candela

che arde,

dà luce 

e si scioglie!

 

 

 

Antonia Chimenti,  "Fragile vita", Toronto, 14 giugno 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Note biografiche

a cura di Antonia Chimenti 

 

 

Antonia Chimenti è nata a Crispiano (Taranto), ha sempre vissuto a Reggio Emilia e provincia fino al 1998, data dell'emigrazione in Canada con la sua famiglia. Ha conseguito la Laurea in Lingua e Letteratura francese presso l'Università di Parma. Ha insegnato Lingua, Civilta', Commercio, Letteratura francese  presso le scuole secondarie pubbliche e private della provincia di Reggio Emilia e contemporaneamente ha svolto attività di studio e ricerca sulla cultura italiana e francese del Rinascimento.
Dal 1994 si e' occupata di approfondimenti su vite di personaggi femminili esemplari ( Veronica Gambara, Isabella Morra, Renata di Francia ). Ha pubblicato le sue ricerche e nel 1998 ha partecipato al Convegno sulle Donne delle minoranze ebraiche e protestanti, indetto dal Centro di Studi Femminili dell'Università di Reading ( Londra), con una relazione su Renata di Francia, duchessa di Ferrara.
In Canada ha svolto attività culturale volontaria in collaborazione col marito, presso scuole, associazioni culturali, e alla Golden Academy. Ha pure collaborato al Forum dei lettori presso il giornale francofono L'Express.
Ha insegnato presso varie scuole pubbliche francofone e presso scuole private anglofone. Attualmente svolge attività d'insegnamento in corsi per adulti, prosegue la sua attività di scrittrice (saggistica, racconti e poesie) e svolge attività di volontariato presso una casa di riposo, dove accompagna i degenti non autonomi ad assistere alla S. Messa nella Cappella della Madonna della Salute della residenza.

 

Antonia Chimenti e' autrice delle seguenti opere:

 

 


 

Fonte :  si ringrazia l'Autrice Prof.sa Antonia Chimenti che ha gentilmente inviato la documentazione alla Redazione di ARTCUREL .

Antonia Chimenti :  e-mail: a.chimenti@email.it  .