ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE :  poesia :  " Una culla per Te " , Raccolta di Poesie ispirate dal tempo dell'Avvento, di Antonia Chimenti

 

 

 

" UNA CULLA PER TE "

Raccolta di Poesie ispirate dal tempo dell'Avvento

 

di Antonia Chimenti

 

 

 

 

Indice:

 

Sempre lieto il cuore

La morte

Difficile

Una realtà di miseria

Raccolti

Che regni

L'attesa di Te

Ci chiama nel silenzio

Il dono più grande

Gioia nel cuore

Pellegrini anche noi

Uniti nei piccoli gesti

Non attendiamo

Le tue braccia

Fratello mio

Ovunque qualcuno

 

 

 


 

 

Antonia Chimenti

 

" UNA CULLA PER TE "

 

 



 

 

 

Sempre lieto il cuore 

 

Sempre lieto il cuore,

sempre arde la fiamma

che spegnere vuole

il nemico,

per portare la morte,

il dolore.

Sempre ferma

la mente

in te riposa,

Signore, Padre, Fratello,

Amore infinito.

 

 

 

 

La morte

 

La morte,

quella vera,

è quell'ombra

grigia,

polverosa,

che intorbida

l'anima, il cuore,

la mente incatena

in statiche visioni

di ostacoli,

ripicche,

che avvelenano

il cuore

 

 

 

 

Difficile

 

Difficile,

penoso

appianare il sentiero

facile, invece,

lottare

all'esterno.

Difficile

domare

la furia selvaggia

di riottosa,

recidiva

natura.

Difficile

assordare

le moleste intrusioni

di parole in delirio.

Difficile spegnere

immagini distorte

da fallaci impressioni.

Difficile

addolcire

l'amaro

d'orgoglio ferito.

Difficile

rinunciare

ad avere ragione.

Difficile

prepararti

morbida culla

Aiutaci ad accoglierti!

 

 

 

 

Una realtà di miseria

 

Una realtà di miseria

umilmente accettata.

Non c'era posto

per Voi,

pellegrini Santi !

Non c'è posto

nel bel mezzo

di lustrini fittizi

per la luce del Vero!

 

 

 

 

Raccolti

 

Raccolti

in silenzio

prostrati

adoriamo

il Santo Mistero

di Vita Perfetta,

che s'erge solenne.

Lucente modello!

 

 

 

 

Che regni

 

Che regni

sovrano in noi

l'assenso alla Vita,

mistero e prodigio.

Che regni.

sovrano in noi.

l'assenso al Dolore,

che ci fa degni

di accoglierTi !

 

 

 

 

L'attesa di Te

 

L'attesa di Te

che già sei in noi,

accende nel cuore

la fiamma d'amore

a render più lieve

il peso dei giorni.

Tuoi figli noi siamo,

a questo ci chiami

a render più piano

l'irto sentiero

d'ambigui richiami,

lontani dal vero.

A levare lo sguardo

su tracce di luce

che sparger dobbiamo.

Aiutaci tu, Signore Gesù!

 

 

 

 

Ci chiama  nel silenzio

 

Ci chiama  nel silenzio

la tua Parola.

Ci invita solenne

a farci mansueti,

ad essere puri,

a vincer la morte,

che tende l'agguato

al nostro pensiero,

che induce paure

nel debole cuore,

che rende malcerto

l'agire.

 

 

 

 

Il dono piu' grande

 

Il dono più grande:

esser Tuoi figli,

per Grazia Tua

avere la vita

da spendere bene,

raggianti di luce.

 

 

 

 

Gioia nel cuore

 

Gioia nel cuore,

che crede in Te

e ama nel giusto.

Gioia nelle parole,

che Grazia ispira.

Gioia nel sobrio,

profondo senso

da dare ai giorni.

Gioia nel dolore

da offrire a Te.

 

 

 

 

Pellegrini anche noi

 

Pellegrini anche noi

con un'unica certezza!

La Patria nostra

è il Regno Tuo

che giorno per giorno

offriamo ai fratelli

nel dono perenne

sincero e sereno

d'Amore nel giusto.

 

 

 

 

Uniti nei piccoli gesti

 

Uniti nei piccoli gesti

e sorrisi

di sconosciuti volti,

dove arde

la gioia d'esser vivi

ancora

per nutrirci

di luce ed aria,

per capire

il cammino

colmo di senso,

se porta a Te.

 

 

 

 

Non attendiamo

 

Non attendiamo

certezze,

non chiediamo

miracoli,

intenti solo

a vivere,

attenti,

pacati,

sobri,

un cammino

spinoso.

irto d'insidie

per giungere a Te.

 

 

 

 

Le tue braccia

 

Le tue braccia

ci tendi,

dolce bambino,

ci attiri a te

con la dolcezza,

la tenerezza

innocente.

Il tuo mistero

rivive quaggiù

in ogni gesto

dei buoni,

in ogni volto,

dove celata

è la pena,

in ogni cuore

propenso al perdono.

 

 

 

 

Fratello mio

 

Fratello mio,

è Natale

ancora,

sempre,

è Natale

di vita nuova,

dolce,

serena,

degna dell'uomo,

in onore di Dio.

 

 

 

 

Ovunque qualcuno

 

Ovunque qualcuno

in cerca di aiuto.

Ci sono bambini

di tutte le età.

Scorgi in loro

il Dio che nasce

ancora una volta

e chiede ascolto,

e chiede attenzione,

e chiede l'Amore,

che per primo ci dà.

 

 

 

 

 

 Avvento 2011, Toronto.

 ---

Antonia Chimenti

Writer

Italian and French Teacher

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Note biografiche

a cura di Antonia Chimenti 

 

 

Antonia Chimenti è nata a Crispiano (Taranto), ha sempre vissuto a Reggio Emilia e provincia fino al 1998, data dell'emigrazione in Canada con la sua famiglia. Ha conseguito la Laurea in Lingua e Letteratura francese presso l'Università di Parma. Ha insegnato Lingua, Civilta', Commercio, Letteratura francese  presso le scuole secondarie pubbliche e private della provincia di Reggio Emilia e contemporaneamente ha svolto attività di studio e ricerca sulla cultura italiana e francese del Rinascimento.
Dal 1994 si e' occupata di approfondimenti su vite di personaggi femminili esemplari ( Veronica Gambara, Isabella Morra, Renata di Francia ). Ha pubblicato le sue ricerche e nel 1998 ha partecipato al Convegno sulle Donne delle minoranze ebraiche e protestanti, indetto dal Centro di Studi Femminili dell'Università di Reading ( Londra), con una relazione su Renata di Francia, duchessa di Ferrara.
In Canada ha svolto attività culturale volontaria in collaborazione col marito, presso scuole, associazioni culturali, e alla Golden Academy. Ha pure collaborato al Forum dei lettori presso il giornale francofono L'Express.
Ha insegnato presso varie scuole pubbliche francofone e presso scuole private anglofone. Attualmente svolge attività d'insegnamento in corsi per adulti, prosegue la sua attività di scrittrice (saggistica, racconti e poesie) e svolge attività di volontariato presso una casa di riposo, dove accompagna i degenti non autonomi ad assistere alla S. Messa nella Cappella della Madonna della Salute della residenza.

 

Antonia Chimenti e' autrice delle seguenti opere:

 

 


 

Fonte :  si ringrazia l'Autrice Prof.sa Antonia Chimenti che ha gentilmente inviato la documentazione alla Redazione di ARTCUREL .

Antonia Chimenti :  e-mail: a.chimenti@email.it  .