ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

  CONTINENTI : congregazione per l'evangelizzazione dei popoli

 

CONGREGAZIONE PER L'EVANGELIZZAZIONE DEI POPOLI

                        Attività missionaria 

La storia della Congregazione

Con la Bolla Inscrutabili Divinae, (22 giugno 1622) emanata da Papa Gregorio XV, ebbe inizio il periodo costitutivo della Congregazione, con il nome de Propaganda Fide, cui fecero seguito altri documenti pontifici fondamentali: Romanum decet (con la medesima data), Cum inter multiplices (14 dicembre 1622), Cum nuper (13 giugno 1623), ed infine Immortalis Dei (1° agosto 1627).
Il compito specifico della Congregazione è da sempre la propagazione della Fede nel mondo intero, con la specifica competenza di coordinare tutte le forze missionarie, di dare direttive per le missioni, di promuovere la formazione del clero e delle gerarchie locali, di incoraggiare la fondazione di nuovi Istituti missionari ed infine di provvedere agli aiuti materiali per le attività missionarie. La nuova Congregazione divenne in tal modo lo strumento ordinario ed esclusivo del Santo Padre e della Santa Sede, per l'esercizio di giurisdizione su tutte le missioni e la cooperazione missionaria.

 

Le Competenze della Congregazione

Con la nuova Costituzione Apostolica Pastor Bonus, del 28 giugno 1988, "spetta alla Congregazione di dirigere e coordinare in tutto il mondo l'opera stessa dell'evangelizzazione dei popoli e la cooperazione missionaria, salva la competenza della Congregazione per le Chiese Orientali" (art. 85).
Inoltre il Dicastero ha la diretta ed esclusiva competenza sui suoi territori, salva la competenza degli altri Dicasteri in varie materie (cfr. artt. 88; 89).
Nei propri territori la Congregazione erige e divide le circoscrizioni missionarie secondo le opportunità.
Presiede al governo delle missioni ed esamina tutte le questioni e i rapporti inviati dagli Ordinari e dalle Conferenze Episcopali. Restano soggette alla Congregazione le Società di Vita Apostolica erette in favore delle missioni (art. 90, § 2).
La Congregazione amministra il proprio patrimonio e gli altri beni destinati alle missioni mediante un suo speciale ufficio (art. 92). 

 

L'Organizzazione

Il Concilio Vaticano II ha rimesso in luce la natura missionaria della Chiesa e la corresponsabilità del Collegio dei Vescovi e dei singoli Vescovi con le loro Chiese particolari nell'impegno della missione ad gentes. Paolo VI (1963-1978) con la Costituzione Regimini Ecclesiae Universae (15 agosto 1967) riordinò e adeguò i compiti della Curia Romana secondo le direttive del Concilio. La Congregazione di Propaganda assunse il nome di Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli o "de Propaganda Fide". Il decreto conciliare sull'attività missionaria Ad Gentes aveva ridefinito con chiarezza la funzione del Dicastero missionario, con indicazioni circa la composizione dei suoi organi direttivi. In particolare, il Decreto Conciliare Ad Gentes afferma: "Per tutte le missioni e per tutta l'attività missionaria uno soltanto deve essere il dicastero competente, ossia quello di 'Propaganda Fide', cui spetta regolare e coordinare, in tutto il mondo, sia l'opera missionaria sia la cooperazione missionaria, nel rispetto tuttavia del diritto delle chiese orientali" (AG, 29).   E così pure la necessità che "questo Dicastero costituisca insieme uno strumento di amministrazione ed un organo di direzione dinamica, che faccia uso dei metodi scientifici e dei mezzi adatti alle condizioni del nostro tempo, tenga conto cioè delle ricerche attuali di teologia, di metodologia e di pastorale missionaria" (AG, 29).
La Congregazione è attualmente costituita da 61 Membri - 41 Cardinali, 9 Arcivescovi, 3 Vescovi, 3 Direttori Nazionali delle Pontificie Opere Missionarie, 3 Superiori Generali - e presieduta attualmente dal Cardinale italiano Crescenzio Sepe. Il Segretario è Mons. Robert Sarah, Arcivescovo emerito di Conakry (Guinée). Il Segretario Aggiunto è Mons. Patabendige Don Albert Malcolm Ranjith, Arcivescovo-Vescovo emerito di Ratnapura (Sri Lanka). Il Sotto-Segretario è l'italiano P. Massimo Cenci, del P.I.M.E..
Nel Dicastero attualmente prestano inoltre servizio stabile una cinquantina di persone, nelle due sezioni distinte: Segreteria e Amministrazione. La Congregazione è assistita da un Collegio di Consultori, esperti nelle varie discipline ecclesiastiche e provenienti da diversi paesi.

 

Le Pontificie Opere Missionarie

                Collegio San Pietro Apostolo 

Sorte in Chiese di antica cristianità per sostenere l'opera dei missionari fra i popoli non cristiani, le PP.OO.MM. sono diventate un'istituzione della Chiesa universale e di ogni Chiesa particolare. Ad esse, secondo il Concilio, si deve assegnare il posto centrale nella cooperazione missionaria.
Costituiscono un'unica istituzione, che comprende quattro rami distinti. In comune hanno lo scopo primario e principale di promuovere lo spirito missionario e universale in seno al Popolo di Dio. Attuano questo scopo mediante l'informazione e coscientizzazione sulle missioni, la promozione delle vocazioni missionarie, la raccolta e distribuzione di sussidi ai missionari, alle loro opere e alle giovani Chiese, di cui si cerca di favorire la comunione con le altre Chiese per scambi di beni e di aiuti.
Ognuna delle quattro Pontificie Opere ha una propria identità e specificità sia nel fine che si propone sia nei mezzi e iniziative con cui lo attua, adattandoli e rinnovandoli secondo le diverse situazioni ecclesiali e socio-culturali nelle quali deve operare. Inoltre, è importante che, pur conservando la propria individualità, evidenzino l'unità di spirito e di intenti che tutte le anima come Opere del Santo Padre e dei Vescovi impegnate a educare il Popolo di Dio a un fecondo spirito missionario.

Le quattro Pontificie Opere sono :

 

 

 

 


 

Fonte : www.evangelizatio.org