ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

  RUBRICHE AUTORI : Marisa Russo :  Arte per Comunicare

 

 

 

TORCHIARA - I RITI DI SANT’ANTUONO INNI ALLA SACRALITA’ DI OGNI VITA

Un Santo che potrebbe essere il Patrono del Parco del Cilento

 

 

di MARISA RUSSO



 

 

Si sono svolti a Torchiara i riti per la ricorrenza di Sant’Antuono, così chiamato nel meridione Sant’Antonio Abate per differenziarlo da Sant’Antonio di Padova.

 

Le celebrazioni della mattina del 17 gennaio hanno fatto seguito alla grande focara della sera precedente con l’aspersione dell’acqua benedetta sottolineata da fuochi pirotecnici e conclusasi con salsicce alla brace, tra simboli di cui abbiamo già scritto.

Nella splendida mattinata solare, all’aperto, il nuovo parroco ha svolto gli antichi riti della benedizione non solo delle tante persone accorse, ma anche degli animali, delle auto e del pane. Evidenziando l’importanza anche di queste vite oltre alla presenza di cavalli, non mancavano alcuni animali domestici, gattini e cagnolini. Giungevano in particolare le auto nuove, che ancora non avevano ricevuto questa benedizione annuale.

 

“Vicci”, ovvero panelle saporite a forme di ciambelle, quasi monadi della vita, poggiate sui cruscotti delle auto o tenute in mano in attesa della benedizione, sono state il simbolo principale del pranzo di questo giorno festivo. Una benedizione che ha antiche motivazioni, ma che sopratutto va al grano, alla vita vegetale, ed al lavoro dell’essere umano. Si è assistiti a pane scambiato, diviso tra chi non l’aveva trovato o era giunto in ritardo, gesti bellissimi di una sacralità da richiamo all’istituzione dell’ostia!!

 

Questo Santo patrono degli animali e dell’agricoltura, vissuto, dopo aver lasciato ogni bene materiale, a contatto della terra, della natura, nel rispetto di ogni forma pur semplice della vita, lo si vede come espressione di questa terra cilentana, come sua essenziale matrice da cui poi anche svilupparsi senza stravederne il senso.

 

In questo paese, Torchiara, dove abbiamo assistito al culto sentito della popolazione, che purtroppo, pur essendo limitrofo, non fa parte del Parco Nazionale del Cilento V.di D. ed Alburni, abbiamo sentito questo Santo, fondatore del Monachesimo, come possibile Patrono di tale Parco, pur essendo a conoscenza di altre richieste a tal proposito. Questa terra inoltre dovrebbe sviluppare un maggior Turismo Religioso, con un forte richiamo ad una spiritualità che l’habitat favorisce e di cui si diffonde sempre più la grande richiesta.

 

Quando il 21 gennaio 2007 giunsero a Vibonati (Sa) le spoglie di tale Santo, che ne è il Patrono, dove furono accolte dal Vescovo diocesano Mons. Angelo Spinillo, dal parroco del paese don Elia Guercio e da tutti i cittadini di Vibonati e del golfo di Policastro, fu palese il grande culto di tutti i cilentani che accorsero numerosi. Per tutto il periodo in cui le sacre reliquie furono ospitate a Vibonati, si organizzarono moltissime celebrazioni e manifestazioni grandemente seguite. Speriamo in un maggior sviluppo di tali eventi che appagano l’anima, tuffano nel genio del luogo, creano l’insieme e propongono un migliore e più idoneo stile di vita.


 

 

Articolo pubblicato in CilentoNotizie.it (http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?ID=10213)

 

MARISA RUSSO

Presidente Associazione ARPERC ARTE PER COMUNICARE 

Giornalista - Art Director   

 

 

 

 

 

 


 

 

 

Fonte : 

ASSOCIAZIONE ARTISTICA-CULTURALE ARPERC ARTE PER COMUNICARE

Presidente Marisa Russo , giornalista Art Director

E-mail: arperc@libero.it ,Tel. 0974967197-3392673347-3403170278-0815446100