ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                     

  RUBRICHE AUTORI : Padre Claudio Traverso : Spunti di Riflessione

 

Padre Claudio Traverso

NATALE , PACE E SPERANZA PER TUTTI !

 

"E tu, Betlemme, terra di Giuda,

non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda:

da te uscirà un capo che pascerà il mio popolo Israele".

( Mi 5,1; Mt 2,26 )

 
 
Natività africana
 
Annuncio di Natale:

Dio cerca una tenda !

Ogni anno c'è Avvento. Ogni anno c'è Natale.

Viene facile dire: so già tutto quello che succede. E' sempre la stessa cosa, non cambia mai nulla.

Eppure quest'anno tu sei diverso: sei cresciuto come persona con un anno in più sulle spalle e tante esperienze fatte ...

Anche il mondo è cambiato: nuovi trattati e nuove guerre, carestie e parole di pace, parole di odio, di comprensione, di aiuto, uomini giusti, uomini malvagi.

Anche il mondo è cresciuto, chi dice in peggio, chi dice in meglio.

E Cristo viene perchè tu cresca in meglio. Per questo viene "ogni anno".

Ogni anno egli viene e cerca una tenda dove restare. Stringiti un pò, fagli posto nella tua tenda.

Dio viene ! Ma Dio viene attraverso una creatura, un uomo, Gesù Cristo.

Questo è il Natale.

Ma la venuta di Dio non si è esaurita in quel fatto lontano: il dono della presenza di Dio è tanto grande che non può essere accolto se non viene ridotto in tanti piccoli frammenti a misura nostra.

Perchè l'amore di Dio non può essere percepito se non diventa amore di una persona umana.

La giustizia che Dio realizza non può essere attuata se non c'è un uomo giusto.

La verità di Dio non può emergere se non c'è una parola vera.

Il dono che è la vita non può essere offerto se non attraverso un vivente. Non perchè il dono sia inadeguato, ma la creatura non lo può accogliere se non progressivamente, in modo imperfetto.

E questo non per l'impotenza di Dio, ma per l'incapacità della creatura.

Il dono di Dio, finche' resta divino non è alla nostra portata. Per essere alla nostra portata deve diventare umano, e per diventare umano deve farsi storia, la nostra storia.

La prima condizione per poter vivere l'Avvento è la coscienza di essere creature. Significa: essere coscienti di non essere noi la fonte della verità, la ragione del bene, di non essere la vita che pure viviamo.

Significa avere esperienza che tutto ciò che siamo è dono, è offerta accolta: noi siamo perchè siamo sostenuti.

... Eppure ci illudiamo sempre: la tentazione dell'autonomia, dell'orgoglio, dei soldi, del potere...

C'è una dignità nel nostro essere creature: non è solo riconoscere la nostra povertà, la nostra insufficienza... ma è anche riconoscere la grandezza della chiamata; l'essere certi che non siamo ancora quello che dovremmo essere, ma che tutto questo è possibile perchè un amore ci avvolge, perchè una Parola ci chiama, perchè un messaggio vitale ci sostiene costantemente.

Se Dio viene attraverso le creature devo incontrare le creature !

Devo vivere la storia, ma con la coscienza che non è il posto, il potere, che non sono le cose, che non è il mio lavoro che porta la vita...

Arriviamo a comprendere che, anche attraverso le cose e le persone, solo Dio è il Vivente ! Solo Lui è la Verità, solo Lui è il Bene !

Finchè non raggiungiamo la coscienza di essere creature noi non vivremo mai il Natale. L'Avvento non avrà senso, passeremo sempre da una illusione all'altra mettendo Dio da parte.

Abbiamo bisogno di andare oltre le apparenze. Invece ci fermiamo spesso ai messaggi superficiali. Eppure è importante entrare in sintonia profonda con la realtà.

Così il cristiano non è colui che vive e ripete l'annuncio di salvezza. Il cristiano è colui

che diventa annuncio.

Se non prende corpo in qualcuno, cioè se non si fa carne, la Parola oggi non viene annunciata, il lieto messaggio non diventa vita.

Per questo Gesù ha mandato degli apostoli, cioè degli uomini vivi, che sapessero cogliere le voci profonde della realtà e delle situazioni, e con la loro vita l'annunciassero.

Così il luogo della preghiera e dell'ascolto non è tanto il tempio, ma l'uomo ! Il luogo dove risuona la voce è il cuore dell'uomo !  "I veri adoratori adoreranno Dio in Spirito e Verita' !"

Dio viene

dove c'è qualcuno capace, vivendo,

di vibrare così alla sua Parola,

da diventare,

in quel luogo, in quel tempo,

la sua venuta !

A te, Maria, Regina della Pace, affidiamo con fede la nostra preoccupazione e la nostra preghiera che gli uomini intraprendano con fiducia e decisione il cammino della pace !

E' l'unico cammino oggi valido per far trionfare la giustizia !

L'unico cammino degno della civilta' !

                 Buon Natale a tutti voi !  Padre Claudio

 


 


 

Fonte : www.cantalleluia.net  ,  website di apostolato a cura di Padre Claudio Traverso .