ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                     

  RUBRICHE AUTORI : Padre Claudio Traverso : Cammini di Santità 

Signore, la tua grazia è nel cielo, la tua fedeltà fino alle nubi; Se salgo in cielo, là tu sei... (Salmo 36) Per te la notte è chiara come il giorno; per te le tenebre sono come la luce. Sono stupende le tue opere, Tu mi conosci fino in fondo" (Salmo 138).

Padre Claudio Traverso

FONTI DELLA SANTITA' : LO SPIRITO SANTO




Colui che il Padre ha mandato nei nostro cuori, lo Spirito del suo Figlio (cf. Gal 4,6) e' realmente Dio.
Consustanziale al Padre e al Figlio, ne e' inseparabile, tanto nella vita intima della Trinita' quanto nel suo dono d'amore per il mondo.
"Spirito Santo", tale e' il nome proprio di Colui che noi adoriamo e glorifichiamo con il Padre e il Figlio. La Chiesa lo ha ricevuto dal Signore e lo professa nel Battesimo dei suoi nuovi figli.
"Dio e' Amore" (1 Gv 4,8.16) e l'Amore e' il primo dono, quello che contiene tutti gli altri. Questo amore, Dio l'ha "riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci e' stato donato" (Rm 5,5).
Poiche' noi siamo feriti, indeboliti dalle colpe che commettiamo, il primo effetto del dono dell'Amore e' la remissione dei nostri peccati. E' il meraviglioso effetto della presenza in noi dello Spirito (2 Cor 13,13) che nella Chiesa ridona ai battezzati, e a chi riceve il sacramento della Riconciliazione, la somiglianza divina perduta a causa del peccato.
Questo amore e' il principio della vita nuova in Cristo, resa possibile dal fatto che abbiamo "forza dallo Spirito Santo" (At 1,8).
E' per questa potenza dello Spirito che i figli di Dio possono portare frutto. Colui che ci ha innestati alla vera Vite, fara' si' che portiamo "il frutto dello Spirito, che e' amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bonta', fedelta', mitezza, dominio di se'" (Gal 5,22-23).
Lo Spirito e' la nostra vita di testimonianza cristiana: quanto piu' rinunciamo a noi stessi, tanto piu' "camminiamo secondo lo Spirito" (Gal 5,25).

I Simboli dello Spirito, gli effetti della sua presenza nella nostra vita.

Chi è lo Spirito Santo? La risposta ci viene data dallo studio dei Suoi Nomi e dai simboli che ne illustrano l’opera.

Che cos’è uno spirito? Sia nel Greco come nell’Ebraico la radice di questa parola significa «soffiare, respirare»; il significato primitivo e’ «vento».

I nomi dello Spirito sono: Spirito di Dio; Spirito di Cristo; Consolatore; Spirito di verita'...
I simboli dello Spirito sono: Fuoco: Mt 3,11; Lc 3,16. Vento: Ez 37,7-10; Gv 3,8; At 2,2. Acqua: Es 17,6. Colomba, simbolo della vita rigenerata.

Lo Spirito e' l’esecutore degli ordini di Dio, ed agisce sia nella sfera fisica che morale. «Non con la potenza, ne' per forza, ma per il mio Spirito, ha detto il Signore» (Zac 4,6).
Per mezzo dello Spirito Dio crea e preserva l’universo. Quanto alla creazione, la scrittura ci dice: «Lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque» (Gen 1,2). Per lo Spirito, il “dito di Dio”, come Gesù stesso lo definisce (Lc 11,20), il Signore opera nelle sfere spirituali, convertendo i peccatori, santificando e sostenendo i credenti. Lo Spirito e’ “di Dio”, “in Dio”, ed agisce “per Dio”.

Perciò gli vengono ascritti attributi divini, come:

Spirito Onnipresente:
«Dove me ne andrò lontano dal Tuo Spirito? E dove fuggirò dal Tuo cospetto? Se salgo in cielo la’ Tu sei. Se prendo le ali dell’aurora e vado a dimorare all’estremita' del mare, anche qui mi condurra’ la Tua mano, e la Tua destra m’afferrera'». (Salmo 139 7,9)

Spirito Onnisciente:
«Le cose che Dio ha preparato per coloro che lo amano, a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito; perché lo Spirito investiga ogni cosa, anche le cose profonde di Dio. Infatti, chi, fra gli uomini, conosce le cose dell’uomo se non lo spirito dell’uomo che è in lui? E così nessuno conosce le cose di Dio, se non lo Spirito di Dio». (1 Cor 2,10-11)
Gli vengono pure attribuite opere divine, quali:

Creazione:
«E la terra era informe e vuota, e le tenebre coprivano la faccia dell’abisso, e lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque». (Gen 1,2)
Lo Spirito di Dio mi ha creato, e il soffio dell’Onnipotente mi da' la vita. (Gb 33,4)

Rigenerazione:
«In verita', in verita' Io ti dico che se uno non e' nato da acqua e da Spirito, non puo' entrar nel regno di Dio. Quel che e' nato dalla carne, e' carne; e quel che e' nato dallo Spirito, e' spirito. Non ti meravigliare se t’ho detto: bisogna che nasciate di nuovo». (Gv 3,5-7)

Lo Spirito Santo come Persona:
Le Sacre Scritture presentano lo Spirito Santo in modo da non lasciar dubbi sulla Sua identita' e personalita'.

Le Sue opere si esprimono attraverso:

La mente:
«Colui che investiga i cuori conosce quale sia il sentimento dello Spirito, perché esso intercede per i santi secondo Dio». (Rm 8,27)

La volonta':
«Ma tutte queste cose le opera quell’uno e medesimo Spirito, distribuendo i Suoi doni a ciascuno in particolare come Egli vuole». (1 Cor 12,11)

La sensibilità:
«E non contristate lo Spirito Santo di Dio col quale siete stati suggellati per il giorno della redenzione». (Ef 4,30)

Allo Spirito Santo si attribuiscono, inoltre, attività personali:

Egli rivela:

«Poiché non è dalla volontà dell’uomo che venne mai alcuna profezia, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo». (2 Pt 1,21)

Testimonia che siamo figliuoli:
«E perche’ siete figliuoli, , Dio ha mandato lo Spirito del Suo Figliuolo nei nostri cuori, che grida: Abba’, Padre». (Galati 4:6)

Parla:
«Chi ha orecchi ascolti cio’ che lo Spirito dice alle Chiese. A chi vince gli daro’ a mangiare dell’albero della vita, che sta nel paradiso di Dio». (Ap 2,7)

Ammaestra:
«Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre mandera' nel Mio nome, Egli v’insegnera' ogni cosa e vi rammentera' tutto quello che v’ho detto». (Gv 14,26)

Intercede:
«Parimente ancora lo Spirito sovviene alla nostra debolezza; perche' noi non sappiamo pregare come si conviene; ma lo Spirito intercede Egli stesso per noi con sospiri inesprimibili». (Rm 8,26)

Non è difficile formarsi una concezione di Dio Padre o del Signore Gesu’, ma alcuni hanno confessato di essere incapaci a farsi un’idea chiara dello Spirito santo. Vi è una duplice ragione:

1. Attraverso le Scritture le opere dello Spirito Santo sono invisibili, segrete, interne;
2. Lo Spirito Santo non parla mai di Se', né rappresenta Se' stesso. Egli viene sempre nel nome e nell’autorità del Padre e di Cristo. Egli si nasconde dietro al Signore Gesu’ e nelle profondita’ del nostro uomo interno. Non richiama mai l’attenzione su di Se', ma sulla volontà di Dio e sull’opera salvatrice di Cristo.

Lo Spirito Santo procede da Dio, e' mandato da Dio, e' il dono di Dio all’uomo. Egli e' una persona spirituale. Egli rappresenta il Dio unico che agisce nelle sfere del pensiero della volontà e dell’attività. Uno con Dio ed allo stesso tempo distinto, vive la stessa unita’ di comunione perfetta, l’obbedienza, la condivisione della gloria.

Lo Spirito Santo e' il custode della speranza nel cuore dell'uomo. Purifica tutto cio' che deturpa l'uomo. E' Spirito di pace e riempie l'universo di amore e di santita'.

 

 

 

 

 


 

Fonte : http://www.cantalleluia.net  ,  website a cura di Padre Claudio Traverso ; per la versione integrale dell'articolo accompagnato con immaginette sacre della Collezione Privata Ercole Oliva si rinvia al sito Cantalleluia.net .