ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                     

  RUBRICHE AUTORI : Padre Claudio Traverso : Cammini di Santitą 

Signore, la tua grazia č nel cielo, la tua fedeltą fino alle nubi; Se salgo in cielo, lą tu sei... (Salmo 36) Per te la notte č chiara come il giorno; per te le tenebre sono come la luce. Sono stupende le tue opere, Tu mi conosci fino in fondo" (Salmo 138).

Padre Claudio Traverso

San Francesco di Sales

 

La personalita' e l'influenza di San Francesco di Sales

Nessun ambiente piu' dell'Alta Savoia, contrada dolce per l'incanto della natura e forte per l'asprezza delle montagne che la circondano, poteva essere la culla di un uomo come San Francesco di Sales, che nacque a Thorens, poco distante da Annecy, il 21 agosto 1567. Ordinato sacerdote il 18 dicembre 1539 in Annecy, andava a poco a poco rivelando la sua personalita': alla cultura si andava accompagnando la forza della carita', della persuasione; pertanto piu' che l'uso della controversia il dialogo, piu' che il dibattito il confronto, piu' che l'agitazione esterna il sollievo della preghiera. Il risultato fu un brillante successo di fede e di coraggio, che nella sua eco si ripercosse a distanza, riscuotendo approvazione da parte dello stesso Sommo Pontefice. Nella festa dell'Immacolata 1602, alla presenza della piissima madre e proprio in quella chiesa che l'aveva accolto per la celebrazione del battesimo e per il conferimento della confermazione, fu vescovo, scelto e disposto dallo Spirito Santo per essere il pastore di quella diocesi. Massima fu la preoccupazione del suo animo sia per l'istruzione catechistica del suo popolo sia per la formazione ecclesiale dei suoi sacerdoti, ministri dell'altare. Fu scrittore oltre che pastore e anche fondatore di un'ordine religioso: a seguito dell'incontro con Giovanna Francesca di Chantal - 5 marzo 1604 - ebbe l'ispirazione di istituire una Congregazione che fosse sullo stile dell'istituto delle Oblate (fondate da Santa Francesca Romana). Nel breve spazio di un trentennio (1611-1641) si giunse a ben 86 conventi, monasteri della Visitazione: una bella corona di cenacoli che conosceranno la gioia della mistica e della contemplazione del Carmelo, e che potranno esaltare la glorificazione del loro padre e fondatore in terra, proclamato beato nel 1661 e santo nel 1665. I miracoli per sua intercessione (gia' iniziati in vita) erano infatti fioriti sul sepolcro gia' all'indomani della sua morte, che giunse prematura, ma aspettata nel segno dell'amore, la sera del 28 dicembre 1622 a Lione.

  

 

 

SPIRITUALITA' :  L'ASCESI MISTICA E CRISTIANA

Come padre e pastore, Francesco precedeva con l'esempio: non erano solo inviti i suoi, ovvero non si limitava a vaghi consigli perche' prima ne aveva dato testimonianza. Con le parole e con le opere avrebbe influenzato profondamente di spirito divino i suoi fedeli, ne avrebbe percepito le intime risonanze. Infatti il cuore e' in noi il punto d'incontro tra Dio e l'uomo, tra la chiamata di Dio e le risposte dell'uomo. E tutto questo perche' grazie al cuore noi siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio. Il compito di Francesco di Sales, quale pastore e direttore d'anime, fu quello di mostrare la via della santificazione comune a tutti mediante l'ascesi, come elemento indispensabile nella vita cristiana. In un certo senso, era prevalsa pero' in lui l'azione sulla contemplazione. Meglio, non aveva mancato di offrire il genuino frutto della sua meditazione e della sua stessa vita pienamente votata a Dio. Francesco di Sales visse intensamente la preghiera e godette dell'intimita' di un'unione con Dio non comune. Attuale quindi la sua dottrina, imitabile soprattutto la sua vita. A Papa Giovanni XXIII° la parola conclusiva piu' significativa; scriveva infatti, ancor giovane chierico, quasi alla vigilia della sua ordinazione: "Oggi fu un giorno di festa completa: l'ho passato in compagnia di San Francesco di Sales, il mio santo dolcissimo. Che bella figura di uomo, di sacerdote, di vescovo ! Se io dovessi essere come lui, non mi farebbe nulla, anche se mi creassero papa. La mia vita, il Signore me lo dice, deve essere una copia perfetta di quella di San Francesco di Sales, se vuole essere feconda di qualche bene !" (Giornale dell'anima; 29 gennaio 1903).

 

 

 


 

Fonte : http://www.cantalleluia.net  ,  website a cura di Padre Claudio Traverso ; per la versione integrale dell'articolo accompagnato con immaginette sacre della Collezione Privata Ercole Oliva si rinvia al sito Cantalleluia.net .