ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                    

  RUBRICHE AUTORI : Ugo Abate  : Riflessioni Teologico Spirituali

  

Ugo  Abate

In cielo saranno più accanto coloro che in terra si sono amati di più spiritualmente

 

 

 

 

La vita in Cielo, in Paradiso, non è e non sarà come una continuazione della vita terrena e di come avremo vissuto in terra! Ma è pur vero che il Padre Celeste rispetterà le nostre scelte ed esaudirà ogni nostro onesto desiderio rimasto in terra più o meno inesaudito. Mi spiego.

Non è detto che marito e moglie sperando, certamente sempre che entrambi si salvino, si ritroveranno vicino. E per “vicino” intendo sia come relazione spirituale che come vicinanza fisica. Anche fisica poiché, alla Resurrezione dei morti, quando Gesù ritornerà per la seconda ed ultima volta sulla Terra, nello splendore della Sua Gloria, farà risorgere tutti i corpi dei defunti, mentre tutti coloro che in quel momento saranno trovati ancora in vita, passeranno, nel tempo d’un batter di ciglia, con l’anima unita al proprio corpo, da questa vita a quella ultra terrena, per il Giudizio Universale e la sorte eterna: Inferno o Paradiso.

Se in terra due persone si sono amate di amore spirituale ed in un modo particolare, in Cielo queste stesse persone si troveranno uniti per l’Eternità. E ripeto: ciò non accadrà necessariamente per i coniugi, per gli sposati, per coniugi che pur in vita si sono amati, rispettati, serviti vicendevolmente e messo al mondo dei figli. Davanti a Dio e per Iddio nostro Padre avrà più peso l’intensità e la qualità dell’amore spirituale che ha unito in vita due creature, siano stati essi due coniugi, come vuoi siano stati due anime qualunque, due amici, due amiche, un amico con un’amica che non avranno avuto altro legame tra loro che quello forte, sincero, vero di Amore in Cristo Gesù. E, quindi, e solo in questo senso la Vita Eterna rispetterà le scelte ed i sentimenti vissuti in terra e la Vita Eterna sarà anche la consacrazione eterna di tali sentimenti!

Certo, prima di tutto e sopra ogni cosa Dio Padre sarà tutto in tutti e lo è fin d’ora per coloro che già si sono salvarti e godono, anche solo con lo spirito e l’anima, della Vita Eterna, esclusi Maria Santissima e Gesù, che godono anche col corpo tale realtà.

C’è da puntualizzare che le altre persone che avremo amato e con le quali ci saremo amati spiritualmente in Cristo in terra non ci saranno vicino, ma l’unione e la vicinanza della quale si intende in questa riflessione è innanzitutto spirituale, oltre che, un giorno, alla Resurrezione dei morti, anche materiale, anche se la materia del nostro corpo allora sarà spiritualizzata, vera materia, ma con le prerogative delle realtà spirituali.

Se uno avrà amato particolarmente Dio d’un amore unico e con cuore indiviso, come viene e deve essere amato da tutte le persone consacrate o da laici non sposati, costoro avranno come particolare compagno, per l’Eternità, Dio stesso in persona, e se vergini nel corpo, oltre che nell’anima, seguiranno Gesù ovunque Egli andrà nell’Infinito Paradiso Celeste.

Ritornando ai desideri che Dio in Cielo esaudirà, c’è da dire che, se uno avrà amato particolarmente di avere tanti bimbi e non avrà avuto, in terra la gioia di possederne alcuno o solo uno o pochi, comunque, secondo il proprio desiderio di quanti ne avrebbe voluti avere, allora, in Cielo, il Padre contornerà tali anime di un gioioso stuolo di pargoli per l’Eternità. E la gioia di tali anime sarà stracolma ed il loro desiderio terreno finalmente e in sovra misura appagato! Analogamente saranno soddisfatti ed appagati il desiderio del povero, quello dei perseguitati a causa della giustizia, quello dei bimbi soppressi prima di vedere la luce del sole ed il desiderio di tutti gli innocenti passati per questa vita terrena e morti prematuramente!

Chi in vita avrà amato, senza essere appagato, dopo di Dio ed il prossimo, in modo particolare la bella e buona musica, in Cielo sarà contornato in modo particolare da gioiosi e melodiosi Angeli. E se una persona avrà fortemente desiderato di dirigere un’orchestra per modulare ed armonizzare i tanti strumenti che possono costituirla e non avrà potuto, per un qualunque motivo ed impedimento, realizzare tale sogno, in Cielo il Padre, come dono, gli affiderà la direzione di un’intera orchestra di Angeli! Ed allora la gioia e la beatitudine di costui sarà traboccante, semprecché si possa in qualche modo, qui in terra, immaginare una gioia maggiore di quella che sarà procurata dalla pienezza della totale presenza di Dio Uno e Trino in tutti i beati! Per cui non abbiate paura di amare e/o di amare troppo e di amare qualunque onesta cosa, pur non potendo soddisfare, a volte, il desiderio onesto di possederla! In Cielo sarete esauditi! In Cielo il Padre certamente ci esaudirà e, nel modo come riterrà saggio e giusto, lo realizzerà in tutto od in parte già qui in terra e nella misura che sarà possibile in questo contesto spazio temporale e nella nostra condizione di figli del peccato originale!

Il Padre è un papà buono, Che tutto sa e tutto può, perché è l’Onnipotente ed è l’Amore Perfettissimo, unitamente al Figlio ed allo Spirito Santo e vuole sempre la felicità di tutti i suoi figli! Chi non è felice già qui in terra non lo è per colpa del Padre celeste ma per sola colpa nostra, personale o altrui (confrontasi altre riflessioni a riguardo).

Questo che ho detto sopra è solo una piccolissima parte di quanto ci sarebbe da dire su queste realtà.

Il resto lo si può solo immaginare, poiché molto è detto nel Santo Vangelo, ma tutto sarà svelato pienamente in Cielo. In esso, infatti, è detto da Gesù: “…Beati gli afflitti, perché saranno consolati! Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio! Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati! Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia…”…E beato chiunque avrà amato, perché come prima cosa e sopra ogni cosa erediterà l’Amore, che è Dio stesso, Che è l’Amore. Amen!

 

Ugo Abate , Teologo

A lode e Gloria del Padre .  Amen !

                                                                                                                                                                              

 

 

 


 

Fonte : Dal libro "Un figlio di un grande albero" , di Ugo Abate; chi è interessato al libro, essendo edito in proprio,  può contattare l'Autore scrivendo a  ugoabate@libero.it   , oppure telefonando al n° 3291861293.