ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it    ---   prima pagina                                                           

  ARTCUREL ANZIANIMovimento " Viva gli Anziani " , a cura della Comunità di Sant'Egidio

 

MOVIMENTO " VIVA GLI ANZIANI "

a cura della Comunità di Sant'Egidio

 

         Antwerpen - Belgio

 

Il Movimento "Viva gli anziani", nasce il 18 Ottobre 1998, alle soglie dell'Anno Internazionale degli Anziani promosso dall'ONU. È un' aggregazione di anziani e non che nello Spirito della Comunità di Sant'Egidio, hanno deciso di mettere le loro energie al servizio della pace e della solidarietà. Sono anziani che vivono l'orgoglio della loro età, da una parte accettandone serenamente i limiti e, dall'altra, convinti della ricchezza che essa porta con sé. Il Movimento, che si è subito diffuso in Europa , ma anche in altri continenti, conta già più di 10.000 iscritti.

Gli anziani oltre ad essere tanti e in aumento in ogni parte del mondo, hanno molte energie umane, spirituali, culturali da mettere al servizio di tutti. Da questa consapevolezza è nato un nuovo senso di responsabilità che rende oggi gli anziani protagonisti in prima persona di questa proposta.

 

        Roma

La longevità oltre ad essere un indice di civiltà ed una conquista per l'intero genere umano, rappresenta un'opportunità da spendere. Chi è anziano oggi, oltre a godere di una lunga aspettativa di vita, ha tempo da impegnare, ha esperienza ed energie da mettere al servizio. Gli anziani possono contribuire alla realizzazione di una convivenza più umana.

Il Movimento dice che gli anziani non sono fermi sotto il peso degli anni, che hanno ancora molte cose da dire e da fare.

 

          Barcellona - Spagna

 

E' dunque una proposta a quanti anziani e non, vogliono vivere la propria età come occasione per un nuovo impegno, sconfiggendo innanzitutto il proprio senso di inutilità e di rassegnazione. Si dispone, spesso, di molto tempo che se utilizzato generosamente può essere all'origine di frutti abbondanti e inaspettati per sé e per gli altri. Qualche anno fa, ad esempio, proprio dall'iniziativa di alcuni anziani, che si interrogavano sul modo di risolvere i problemi concreti legati all'età che avanza, prese l'avvio la Campagna per la "Lettera di Maria: per non andare da anziani in istituto". Iniziativa che coinvolse migliaia di anziani e che continua a riscuotere consensi ed adesioni. 

La vecchiaia ha delle virtù, come ogni altra età, si tratta di riconoscerle, di maturarle, di comunicarle. I valori affettivi, morali e religiosi vissuti dagli anziani sono una risorsa indispensabile per l'equilibrio della società, delle famiglie, delle persone. L'anziano può esprimere bene la superiorità dell'essere sull'avere e sul fare, in una società in cui la vita è dominata dalla fretta, dall'agitazione, non raramente dalla nevrosi. In una vita spesso dimentica degli interrogativi fondamentali sulla vocazione, la dignità, il destino dell'uomo la terza età di presenta come tempo di meditazione e di chiarezza interiore. 

 

            Antwerpen - Belgio

 

L'anziano può riportare all'attenzione di una società troppo mercificata la gratuità, la dedizione, la compagnia, l'accoglienza e il rispetto dei più deboli. Anche le memorie, di cui gli anziani sono depositari, rappresentano un valore non solo personale, ma per tutta la società civile. La coscienza del male rappresentato dalla guerra, ad esempio, impressa indelebilmente nella storia dell'anziano, è un patrimonio per tutti, soprattutto per quanti rischiano di considerare le guerre come un gioco eccitante. L'anziano che usa il suo tempo per aiutare gli altri rende un servizio a se stesso, diventando soggetto della propria vita. Così contraddice il clichè diffuso dell'anziano solo, carico di rimpianti.

 

 

 


 

Fonte :  www.santegidio.org