ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE :  scultura : Pietro Gurrado

 

   PIETRO  GURRADO

Madonna con bambino

 

Il  volo

 

Pietro Gurrado , biografia

Pietro Gurrado inizia la sua attività negli anni '70 dipingendo, disegnando fumetti e illustrazioni. Dopo un anno di apprendistato a Viareggio  dove impara  l'uso della cartapesta, crea burattini e carri allegorici. Nasce la passione del teatro. Recita nella compagnia degli "Ipocriti " a Napoli. Per due anni fa il burattinaio mettendo in scena spettacoli con la sua baracca "La Bottega di Mangiafuoco".

Matera, città natale dell'artista si trova in Basilicata a circa 400 m. dal livello del mare. "Città dei Sassi", così sono chiamate le antichissime abitazioni che venivano scavate nel tufo. Oggi i Sassi di Matera sono inseriti nel patrimonio dei siti protetti dall'UNESCO, visitati in ogni periodo dell'anno da migliaia di turisti che vogliono proiettarsi in atmosfere di tempi ormai remoti.

 

 


 

Pietro Gurrado La Scultura come circolarità della vita.

La dilatazione anatomica, come caratteristica estetica e credo visuale, intriga lo scultore PietroGurrado di Matera, come primaria devozione alla "madre terra", quasi che l'opulenza rilevi la prosperità che la natura riserva agli uomini, malgrado le continue offese che questi le riserva, per stupidità o/e cupidigia. La evidente circolarità che permea il plasticismo giocoso e solenne nel contempo, tende alla tensione vichiana e alle memorie di "Ubu Roi" del grande inventore della patafisica Alfred Jarry e costeggiando , senza mai emularlo, il simbolo estetico di Botero, ricrea una situazione osmotica tra immagine, anatomia e arcaica primogenitura della forma d'arte primitiva, con ascendenze"colte" nel novero della popolarità come valore di tradizione e di innovazione nel contempo. 

Diceva Oscar Wilde: L'arte non potrà mai essere popolare. E' il popolo che deve diventare artistico. Gurrado interpreta l'aforisma del grande irlandese, ma lo rigenera, perché i suoi personaggi "popolari", semplici nella loro complessità erudita, tendono alla compattezza espressiva, si ammantano di fascino arcano ed  esprimono sempre una altera consapevolezza di valori interiori che li rendono sacrali nella loro ieratica e rude bellezza.                                                                                                                                                                                                                                                          Giovanni Amodio

 


 

 

Agosto/settembre 2002 Mostra della Pietra Lavorata Arte e Artigianato XI edizioneEstemporanea e mostra di scultura. Castel San Niccolò (Arezzo)

 
  Ottobre/novembre 2001 Collettiva "Pietro Gurrado Scultore e Giuseppe De Sario Pittore" Galleria "Il Vaglio" Bari  
  Settembre 2001 Personale " La scultura:alimentazione e spiritualità del corpo" Regione Basilicata Dip. Agricoltura e Sviluppo Rurale Atelier Pietro Gurrado Scultore Matera  
  Settenbre 2001 Collettiva "Radici Artigiane" Mostra collaterale 46° Gift Mart Fortezza da Basso Firenze  
  Settembre 2001 Personale "Sculture di tufo" Florence Gift Mart Fortezza da Basso Firenze  
  Settembre 2001 Personale "Oggi giochiamo a rubabandiera!" Mostra della Pietra Lavorata Arte e Artigianato San Niccolò (Arezzo)  
  Luglio/agosto 2001 Personale "Pietro Gurrado Scultore" Arte Alberobello- Alberobello (BA)  
  Febbraio 2001 Florence Gift  Mart Fortezza da Basso Firenze  
  Luglio 2000 Personale "Pietro Gurrado Scultore" 43° Spoleto Festival
  Giugno 2000 Fiera Arredo Bologna  
  Aprile 2000 Le Arti, le Opere, le Tradizioni Fiera di Roma  
  Febbraio 2000 Florence Gift  Mart Fortezza da Basso Firenze

 


 

Fonte : http://www.pietrogurrado.com