ARTCUREL: Arte, Cultura e Religione

 (Art , Culture and Religion)

   www.artcurel.it   ---  info@artcurel.it   ---   prima pagina                                                                   

 ARTE :  pittura :  Giuseppe Lauria , pittura materica ieratica

 

   GIUSEPPE LAURIA

  pittura materica ieratica

 

 

 

TETRACTIS
pelle, acrilici e foglia d'oro su legno
diametro cm. 80, anno 2004

 

 

 

Pino Lauria è nato ad Accettura (MT) nel 1956. Nel 1974 consegue la maturità artistica presso l'Istituto Statale d'Arte di Potenza, dopo qualche anno abbandona la pittura accademica.

Il contatto artistico con le avanguardie e l'arte contemporanea, fa diventare decisiva la scelta della sperimentazione di nuovi materiali, l'utilizzo accurato di pelli, metalli e legno assemblati al colore della pittura tradizionale hanno dato la possibilità di frequentare nuovi laboratori.

Nel 1984 frequenta la scuola calcografica presso la Grafica di via sette Dolori di Matera, nel 1990 con un gruppo di artisti materani contribuisce alla fondazione di Arteria "Associazione d'Arte e Cultura", nel frattempo si sussegue una intensa attività di mostre e incontri culturali in numerose città italiane.

Sue opere sono presenti in diverse collezioni pubbliche e private.

Giuseppe Lauria ha inoltre realizzato le copertine di tre volumi e altrettanti CD sull'opera dei compositori lucani dal 500 ai giorni nostri, a cura della Regione Basilicata e Biblioteca Provinciale di Matera. Si sono interessati alla sua produzione critici e giornalisti della stampa specializzata nel settore, RAI 3 Basilicata e TV private.

 

 

 

SALVE VIRGO VIRGINUM
acrilici, gessi, cuoio e penne su legno
cm. 80 x100 x 8 anno 2001

 

 

"...L'intenzione di quest'artista è di consegnarci delle opere che oltre a rispondere a precisi moduli spaziali (con particolari effetti di simmetria tra la destra e la sinistra, l'alto e il basso) mostrino la forza e la passione che a loro volta caratterizzano la sua ricerca pittorica: iniziata molti anni addietro nell'area figurale e poi evolutasi nella tecnica dei gessetti prima e successivamente nell'area semantica della mitologia celtica e magno greca.

In questa nuova dimensione, velatamente ieratica, Giuseppe Lauria ci mostra: santi e Madonne, volti del sacro, immagini della memoria, figure di grande tensione popolare, la sua e la nostra umanità (portate - quando possibile - al loro massimo livello espressivo) e poi, anche, forme - ornate e geometriche - che evocano linguaggi poetici ed espressioni spirituali (il cuore, la foglia, la fiamma).Affascinano inoltre le tecniche adottate da Giuseppe Lauria ed in particolare il connubio, da lui reso ulteriormente possibile, tra materiali poveri e ricchi: le foglie d'oro e d'argento, il bitume, il gesso, l'acrilico, la china e poi, anche, frammenti di pelli d'animale, penne d'uccello (trattate con allume di rocca e formaldeide per durare nel tempo) e passamanerie varie.La sua tavolozza cromatica è calda nei toni e morbida nelle tinte. Nei suoi quadri, o per meglio dire nelle sue fantastiche "teche dell'immaginario" ricorrono, con maggiore frequenza, i colori dell'intimità e del mistero: il blu (in particolare quello d'oltremare), il rosso, il giallo, l'arancione e il verde rame.

Si tratta di tinte, molto accattivanti, che danno corpo e sostanza alle ragioni del suo messaggio: che si muove tra le forme astratte del sogno e quelle più mediate del sacro, della storia e del mito. Per questo motivo egli ricorre a due diversi "filoni linguistici": quello del racconto figurale quando evoca pensieri concreti e quello dell'astrattismo lirico quando, invece, indulge sulle ali del mistero assoluto e della poesia più pura..."

Rino Cardone

 

 

 

 

PASSIONE O LA COMPASSIONE
cuoio, lucido da scarpe, bitume, penne su legno
cm. 40 x 50 x 15 anno 2004

 

 

 

Esposizioni:

 

 


 

Fonte  :  sito ufficiale dell'artista Giuseppe Lauria  www.pinolauria.com